Fondo Blockchain, AI e IoT

contributo blockchain

E’ stato pubblicato dal Ministero dello sviluppo economico il decreto che rende note le modalità e i termini per la presentazione delle domande per richiedere finanziamenti del fondo per lo sviluppo delle tecnologie e delle applicazioni di intelligenza artificiale, Blockchain e Internet of Things, istituito dal Mise con una dotazione iniziale di 45 milioni di euro ripartita in: 25 milioni per progetti volti a favorire lo sviluppo dell’intelligenza artificiale; 10 milioni di euro per progetti volti a favorire lo sviluppo della tecnologia Blockchain; 10 milioni di euro per progetti di sviluppo delle tecnologie Internet of things.

I progetti devono rientrare nei seguenti settori:

  • Industria e manifatturiero;
  • Sistema educativo;
  • Agroalimentare;
  • Salute;
  • Ambiente ed infrastrutture;
  • Cultura e turismo;
  • Logistica e mobilità;
  • Sicurezza e tecnologie dell’informazione;
  • Aerospazio

Le agevolazioni sono concesse secondo le seguenti intensità massime di aiuto:

  • Per le attività di ricerca industriale: 70% per le micro e piccole imprese; 60% per le imprese di media dimensione; 50% per gli Organismi di ricerca e le imprese di grandi dimensioni.
  • Per le attività di sviluppo sperimentale: 45% per le micro e piccole imprese; 35 % per le imprese di media dimensione; 25% per gli Organismi di ricerca e le imprese di grandi dimensioni.
  • Pe le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale resta fermo il limite dell’intensità massima di aiuto dell’80%;
  • Per i progetti relativi all’innovazione dei processi e all’innovazione dell’organizzazione: 50% dei costi ammissibili per le PMI; 15 % per le imprese di grandi dimensioni e gli Organismi di ricerca.

Pe le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale sono ammissibili alle agevolazioni le seguenti spese:

  1. Spese del personale: ricercatori, tecnici e altro personale ausiliario nella misura in cui sono impiegati nel progetto;
  2. Costi relativi a strumentazione e attrezzature nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto.
  3. Costi per la ricerca contrattuale, le conoscenze e i brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, nonché costi per i servizi di consulenza e servizi equivalenti utilizzati esclusivamente ai fini del progetto.

Per le attività inerenti all’innovazione dei processi e l’innovazione dell’organizzazione sono ammissibili alle agevolazioni:

  1. Le spese di personale non dovranno superare il 60% dei costi totali;
  2. Costi relativi alla strumentazione;
  3. Costi della ricerca contrattuale, delle competenze e dei brevetti acquisiti o ottenuti in licenza da fonti esterne alle normali condizioni di mercato;
  4. Spese generali supplementari e altri costi di esercizio, compresi i costi dei materiali, delle forniture e de prodotti analoghi, direttamente imputabili al progetto.

Le spese e i costi ammissibili dovranno essere superiori a 500.000,00 e inferiori a 2.000.000,00 euro.

Le domande di agevolazione potranno essere presentate dalle ore 10:00 del 21 settembre 2022.

Per saperne di più o per presentare la domanda contattaci al numero 0881377624 o scrivi a info@agevolaweb.it

Massimo Mezzina



Chi siamo


Agevola è uno studio di consulenza per lo sviluppo, nato per affiancare le imprese e le organizzazioni non profit nella loro crescita, mediante scelte strategiche adeguate, ottimizzando gli investimenti e utilizzando al meglio gli strumenti di Finanza Agevolata e Ordinaria, di Finanza Innovativa, di Formazione, di Internazionalizzazione e di Digitalizzazione.


info@agevolaweb.it

+39 0881 377624


Ultimi bandi